Scelto tra gli uomini

Scelto tra gli uomini

Don Mario Rizzo

Don Mario Rizzo, parroco di Frabosa Sottana, un paese ai piedi delle Alpi nella provincia cuneese, è una persona, sempre gentile , sempre vestita come si conface a un sacerdote , che fa riflettere su certe realtà cittadine, su quanti giovani non abbiano l’abitudine di frequentare la chiesa . Dio visto come un’entità obsoleta tralasciata da mille impegni e altrettanti svaghi. La Chiesa come nemica e inutile, ripetizione di qualche cosa vecchio di millenni.Invece, quell’uomo che lo si vede passare per il paese, riporta a un’immagine bella della Chiesa cattolica, quando si giocava all’oratorio o si andava al catechismo. Questi eroi senza esserlo, questi parroci di montagna che come don Rizzo passano tra la gente, salutano , non giudicano e lasciano aperta a tutti la possibilità di tornare alla Fede senza fare nulla di speciale ma solo con la loro presenza e tenacia , con il loro peregrinare per portare la Messa nei posti più isolati .Quando gli fu chiesto di lasciare una testimonianza, di raccontare la propria vita all’inizio quasi temeva di fare un peccato di vanità ma poi ha accettato. Una storia, un racconto narrato da un sacerdote di ottantasette anni , semplice come lo è lui ma che testimonia l’esistenza di questa Chiesa bella e pulita in tanti suoi ministri. Ma non c'è solo il divino nel romanzo di don Mario; c'è soprattutto "l'umano". La guerra, la documentazione storica dei modi di vivere di tanti anni fa, un tempo che sarebbe irrimediabilmente perduto se ancora non ci fosse una voce a raccontarlo. Aneddoti che si intrecciano fra il passato e il presente; persone, nomi che senza essere riportati in vita si sarebbero persi nell'oblio, nella dimenticanza che tocca ai semplici che hanno fatto qualche cosa di straordinario come vivere la quotidianità dura o un'esistenza normale solo in apparenza. Ma non sono famosi, conosciuti , ricordati nei libri di storia o di letteratura. Come dice lui “l’uomo non è eterno” Un libro, renderà ai posteri l’eternità della voce e della figura di don Mario. Una persona genuina e buona, dalla vocazione sincera e sentita. Un uomo “Scelto tra gli uomini”.