Storia di un amore senza fine

Storia di un amore senza fine

LUISA CONTE

Questo libro ha 0 follower:

Libro Completo.

Non ci sono parole per descrivere esattamente ciò che ho provato scrivendo questo libro. In realtà c’è stato molto stupore. Fino a quel momento avevo trasmesso le mie emozioni solo attraverso le immagini dei miei dipinti, essendo io una pittrice e non una scrittrice; quindi l’aver realizzato un insieme così fitto di parole mi rendeva allo stesso tempo orgogliosa ed incredula. Ma la cosa che più mi dava da pensare era che avevo incontrato maggiori difficoltà nel realizzare le illustrazioni. Avevo così scoperto nelle parole un modo di comunicare molto più veloce spontaneo che rendeva più immediata la comprensione del mio affetto per i gatti. Quando Camilla è entrata nella mia vita io avevo già dodici gatti. Devo essere sincera, subito non ne sono stata entusiasta. Mi preoccupava il fatto che, essendo lei una randagia, non sarebbe stato facile inserirla insieme agli altri. Inoltre era in condizioni disperate: probabilmente era stata picchiata perché riportava evidenti segni di sofferenza fisica. Non ho mai potuto capire se la causa di queste sue condizioni fosse da attribuire ai suoi simili o ai cosiddetti “esseri umani”, ma questo non aveva molta importanza. La realtà era che mi trovavo di fronte un essere spaventato e malconcio che, pur avendo paura di me, in un certo senso desiderava potersi fidare. E così è stato. All’inizio ci sono state delle difficoltà ma, quando ho potuto finalmente accarezzarla, lei ha percepito dal mio tocco che aveva trovato un’amica che si sarebbe presa cura di lei per sempre. Quando ho iniziato a scrivere sono stata spinta da un’emozione che mi ha accompagnata durante tutta la stesura del libro. Camilla mi aveva commossa a tal punto con i suoi atteggiamenti che avevo sentito il desiderio di ringraziarla scrivendo un racconto dedicato a lei. E’ stata una cosa talmente spontanea ed istintiva che non ho fatto fatica a trovare le parole per costruirle una storia tutta sua attraverso la quale lei stessa potesse farsi conoscere ed amare. La cosa che più mi aveva colpita del suo carattere era l’amore che riversava sui suoi cuccioli. Si perché, oltretutto, era anche diventata mamma di sei gattini e quindi io mi trovavo di colpo con diciannove gatti! E così ha avuto inizio questa storia, una storia fatta di amore infinito e riconoscenza, come lei stessa racconta. Ho voluto darle voce perché potesse raccontarsi e far capire alle persone che l’avrebbero ascoltata quanto amore può provare anche un essere considerato freddo e distaccato. E’ una storia d’amore a tutti gli effetti, dedicata a tutti coloro che amano gli animali, ma soprattutto a quelle persone che non li amano e che pensano di poter fare a meno di loro. Se solo potessero immaginare quanto è terapeutico l’abbraccio di un gatto che fa le fusa, forse cambierebbero opinione e si lascerebbero contagiare da questa malattia che, anziché far deperire l’organismo, può restituire la gioia e la serenità di quando si era bambini. Non ho la presunzione di elargire consigli e regole di vita non richiesti; vorrei solo dare la possibilità, a chi ne avrà voglia, di conoscere meglio un animale particolare, bellissimo, misterioso, intelligente e, perché no, anche un pò permaloso, che, se si ha la fortuna o l’abilità di far innamorare di sé, ci ricambierà con gli interessi per tutti i sacrifici che saranno stati fatti per lui. Buona lettura a tutti!